Isole Escluse

Minimo 2 prodotti

Isole Escluse

Minimo 2 prodotti

Parliamo di uno dei simboli gastronomici emiliani per eccellenza, una prelibatezza riconosciuta in tutto il mondo.

I primi scritti, che lo definiscono come un raviolo di carne, risalgono ad una pergamena del 1112, successivamente viene citato in uno scritto di Papa Alessandro III nel 1169. La sua forma ricorda, secondo la leggenda, l’ombelico di venere. Mastro Martino, cuoco di Papa Pio V, fu il primo a descriverne dettagliatamente la preparazione nel 1400. La ricetta è depositata in Camera di Commercio di Bologna dalla “Confraternita del Tortellino”. Simbolo dei pranzi domenicali e cerimoniali, immancabile sulle tavole il giorno di Natale.

Ingredienti della sfoglia: farina 00, farina di semola, uova fresche.

Ingredienti del ripieno: carni di suino selezionate, Parmigiano Reggiano 48 mesi, prosciutto crudo dolce di Parma, mortadella Bologna, uova fresche, noce moscata.

Conservazione: conservare in freezer -18° C fino al momento della cottura.

Preparazione: cottura in acqua salata o brodo al raggiungimento del bollore per 4 min. ca., servire in brodo di cappone bollente o condire a piacere.

Confezione: 250 gr. – consigliato per 2 persone.

Categoria:

100% Pagamenti sicuri

Pasta e sughi fatti a mano

Prodotti artigianali altamente selezionati

Spedizione sicura

Privacy Preference Center